Salta al contenuto principale

Montagna 4.0. FUTUReALPS: al via un nuovo percorso all’insegna della condivisione

Pubblicato Martedì, 15/09/2020 - 12:26

Avrà inizio il 25 settembre  il nuovo percorso Montagna 4.0 FutureAlps, prosecuzione di Montagna 4.0. Un futuro da costruire insieme che ha preso avvio nell’annualità 2017-18 allo scopo di costruire progettualità strategiche coniugando identità della Montagna e innovazione.
Molte le novità di questa nuova edizione, tra le quali l’apertura del progetto all’intero territorio valtellinese divenendo itinerante.  Dopo la giornata iniziale a Bormio del 25 settembre, Montagna 4.0 FutureAlps farà tappa a Morbegno (9 ottobre), Tirano (23 ottobre), Chiavenna (6 novembre), Sondrio (20 novembre), per poi concludersi a Bormio il 2 dicembre. Ampio il ventaglio di tematiche trattate che spazieranno dall’evoluzione del futuro turistico in funzione del mutamento della domanda alle potenzialità della digitalizzazione, dal valore della Comunità alla protezione ambientale, dalla  mobilità ai grandi eventi.

L’iniziativa, portata avanti dal Comune di Bormio con progettazione e coordinamento della Società Economica Valtellinese, vede ora il sostegno del Parco dello Stelvio e dei Comuni di Tirano, Sondrio, Chiavenna e Morbegno e di numerosi attori e operatori del territorio, oltre al patrocinio di Regione Lombardia, Provincia di Sondrio e Uncem (Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani)

Intento di Montagna 4.0 FutureAlps è quello di fornire strumenti utili a fronteggiare le sfide che il futuro ci pone, a saper cogliere nuove opportunità di crescita da momenti difficili, come quello che stiamo vivendo. Il percorso diventa occasione per riflettere insieme su tematiche attuali quali identità e innovazione, cambiamento globale, impatto locale e nuove opportunità. In continuità con le edizioni precedenti non saranno proposte soluzioni ma saranno ipotizzati nuovi scenari fondati su analisi scientifiche ed esperienze.  Un percorso collettivo, che intende quest’anno rafforzare l’intervento e il confronto tra i partecipanti. Se, nelle edizioni precedenti, è stato lanciato il Concorso di idee e sono stati coinvolti gli studenti delle scuole superiori della provincia nel concorso “La montagna che vorrei” (i cui video sono stati premiati a Sondrio lo scorso 21 febbraio), quest’anno il coinvolgimento della popolazione assume un rilevo ancora maggiore.

Per ognuna delle sei giornate formative si prevede un’articolazione in tre momenti: al mattino - FutureAlps@Scuola, in cui gli studenti delle scuole superiori saranno accompagnati a ragionare sugli scenari possibili e ad elaborare le loro immagini di futuro al 2040; nel pomeriggio - Community Lab,  le “cartoline dal futuro” verranno presentate dagli studenti ad un tavolo di lavoro con operatori e stakeholder. A seguito degli spunti forniti dai giovani, gli operatori si interrogheranno sulle possibili azioni chiave da compiere entro i prossimi venti anni; in serata - Open talk, quando gli appuntamenti formativi si apriranno all’intera comunità che sarà informata in merito agli esiti dell’intera giornata; seguiranno spunti ed esperienze da altre aree alpine presentate da docenti universitari ed esperti in un approccio glocale e di dialogo con il territorio .

Se Montagna 4.0 FutureAlps attribuisce un ruolo di primo piano agli studenti, portatori di energie e di nuove idee, aiutandoli da subito a divenire parte attiva nelle politiche territoriali,  concetto cardine dell’intero percorso rimane la collaborazione tra tutti i componenti della comunità valtellinese; questa collaborazione trova espressione non solo a livello istituzionale, ma anche tra operatori e cittadini, in un continuo scambio di esperienze e competenze. Un percorso costruito su una trama complessa di relazioni, necessaria sia ad intercettare i bisogni del territorio sia a far convergere conoscenze e intuizioni capaci  di dare  forma a nuove prospettive partecipate. La rete va ampliandosi anche grazie al contributo di figure esterne, portatrici di esempi concreti di buone pratiche, formatori esperti, docenti universitari, tutti mossi dal medesimo scopo: promuovere una consapevolezza sempre più ampia per una Comunità proattiva che cresce e sceglie il proprio futuro, verso qualità e sostenibilità. 

E che il termine condivisione risulti essere centrale lo rivela anche l’ampliamento della possibilità di fruizione degli incontri. Le sei tappe del percorso Montagna 4.0 FutureAlps quest’anno potranno essere seguite sia in presenza sia in streaming. La partecipazione in presenza sarà consentita fino ad esaurimento dei posti disponibili; per prenotazioni o per ricevere informazioni in merito alla visione in modalità streaming sulla pagina youtube di SEV e via zoom è a disposizione la segreteria della Società Economica Valtellinese (ufficio@sevso.it). 

Il primo appuntamento del percorso Montagna 4.0 FutureAlps, in programma a Bormio venerdì 25 settembre dalle ore 20.30 alle ore 23.00, presso la Sala Bormio Terme, avrà come titolo La montagna di domani: scenari, sfide, sperimentazioni. Nel corso della serata, i futuri possibili e desiderabili per la montagna saranno messi a confronto con i megatrend globali. Particolare attenzione sarà data al settore turistico, volano per il nostro territorio. La serata, coordinata da Maria Chiara Cattaneo, Docente di Economia e Politica dell’Innovazione all’Università Cattolica e responsabile scientifico del percorso formativo “Montagna 4.0”,  vedrà, sotto il profilo scientifico,  la partecipazione di Alberto Quadrio Curzio, Presidente Emerito dell’Accademia dei Lincei, Professore Emerito di Economia Politica Università Cattolica, Presidente Emerito del Comitato Scientifico di SEV, Rocco Scolozzi dell’Università di Trento e Skopia Anticipation srl ed Elena Giunta del Politecnico di Milano, membro del Comitato Scientifico di SEV.
 

Comune di Bormio

Via Buon Consiglio, 25
23032 Bormio (SO)
Codice fiscale: 00099580144 P.IVA: 00099580144 
Tel. +39 0342 912211
Fax +39 0342 912201
Codice IPA: c_b089
Codice Univoco: UF3W25
Email: info@comune.bormio.so.it
Pec: bormio@pec.cmav.so.it

Orari

UFFICI COMUNALI
c/o Centro Servizi - Via Don Peccedi, 1 - 23032 Bormio (SO)

Fax  +39/0342 912201 - ufficio protocollo

 

PROGRESSIVA RIAPERTURA DEGLI UFFICI COMUNALI

 

Gli uffici comunali sono aperti di mattina nei giorni da lunedì a venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00.

L'accesso dell'utenza è limitato a una sola persona per volta per ufficio con invito a non incrociarsi nel percorso che porta all'ufficio di destinazione con altre persone a meno di un metro di distanza.

Tale limitazione sarà regolamentata all'ingresso mediante installazione di una postazione di portineria presidiata dal messo comunale che sarà fornito degli adeguati D.P.I. che provvederà alla preventiva misurazione della temperatura corporea mediante termometro digitale portatile e, nel caso in cui la stessa superi i 37,5 gradi centigradi l'accesso non sarà consentito e la persona invitata a recarsi presso il proprio domicilio e a contattare il proprio medico curante.

L'accesso agli uffici comunali è consentito esclusivamente dall'ingresso al primo piano (accesso dalla via Roma o a lato edificio).

L'ufficio tecnico sito in via Buon Consiglio n. 25, è aperto le mattine dei giorni da lunedì a venerdì dalle ore 11:00 alle ore 12:30

 

torna all'inizio del contenuto